Immagine
In particolare Bearer avrebbe sofferto una Tachicardia sopraventricolare, una condizione cardiaca solitamente non letale se ovviamente scoperta ed arginata, condizione con la quale ha convissuto nelle ultime settimane della sua vita fino ad averne con ogni probabilità causato l'attacco fatale. Appare naturalmente scontato come la condizione cardiaca imperfetta sia da un lato la causa della morte dall'altro un ovvio sintomo della situazione anomala generale, non ultimo l'eccesso di peso che potrebbe aver affaticato il cuore stesso.

 





Leave a Reply.